«[L’intolleranza] si pone prima di ogni dottrina. In tal senso l’intolleranza ha radici biologiche, si manifesta tra gli animali come territorialità, si fonda su reazioni emotive spesso superficiali – non sopportiamo coloro che sono diversi da noi, perché hanno la pelle di un colore differente, perché parlano una lingua che non comprendiamo, perché mangiano rane, cani, scimmie, maiali, perché si fanno tatuare.»

 


Umberto Eco